Solvente per smalto semipermanente: come usarlo? Guida

Che solvente usare per smalto semipermanente

Nel mercato dedicato alle unghie si può trovare una vasta offerta di solvente per smalto semipermanente. I prodotti si differenziano principalmente per la presenza o l’assenza di acetone.

Sebbene vi siano anche alternative all’acetone, possiamo dire che è piuttosto difficile trovare un solvente per unghie senza acetone che sia efficace e soprattutto a un prezzo ragionevole. Nella maggior parte dei casi infatti i solventi “Acetone free” sono meno aggressivi di quelli tradizionali e rendono quindi più difficile la rimozione del semipermanente.

Tuttavia acquistando prodotti professionali si possono trovare anche degli ottimi solventi senza acetone. Ma come si usa il solvente per smalto semipermanente? Quale procedura seguire per rimuovere correttamente lo smalto dalle unghie? Vediamo come procedere.

Come si toglie lo smalto semipermanente in casa

Togliere lo smalto semipermanente è veramente semplicissimo, bastano gli strumenti giusti e un po’ di pazienza per ottenere risultati impeccabili senza danneggiare l’unghia.

La prima cosa da fare quindi è procurarsi:

  • una lima a grana grossa;
  • una lima a grana fine;
  • solvente per smalto semipermanente;
  • dei dischetti di cotone (o batuffoli di cotone idrofilo);
  • carta stagnola.

Per rimuovere lo smalto semipermanente sono sufficienti quattro passaggi.

  1. limatura con lima a grana grossa dello strato superficiale dello smalto
  2. applicazione del solvente e messa in posa con stagnola
  3. rimozione, con lima a grana fine, del colore rimasto.

Ma vediamo insieme nel dettaglio come procedere.

Rimozione gel con solvente per smalto semipermanente: la procedura passo passo

Dopo aver lavato e disinfettato le mani, è necessario utilizzare la lima a grana grossa per rimuovere lo strato lucido dello smalto. In questa fase è fondamentale non fare troppa pressione e procedere con attenzione. Il rischio infatti è quello di danneggiare il letto ungueale.

Una volta concluso questo passaggio, si potrà precedere con l’applicazione del solvente, che deve essere versato sui dischetti di cotone. I dischetti vanno poi applicati sull’unghia e sigillati con un quadratino di carta stagnola, che arrotolata intorno al dito permetterà di tenere ben fermo il dischetto. Al posto dei dischetti possono essere utilizzati anche dei batuffoli di cotone.

In alternativa è possibile anche versare il solvente in una bacinella e mettervi a bagno le punte della dita. In commercio sono disponibili anche i ditali per la rimozione dello smalto semipermanente (nail soakers). Si tratta di piccoli ditali di plastica, all’interno dei quali si possono immergere le dita nel solvente.

Dopo circa 10-15 minuti di posa sarà possibile rimuovere la stagnola e con il dischetto (o estrarre le dita dai ditali). Aiutandosi con i dischetti e con la lima a grana fine si potrà quindi rimuovere gli ultimi rimasugli dello smalto.

Recensioni e Guide Ricostruzione Unghie

Smalto a lunga durata: ecco i vantaggi di questo prodotto Sfoggiare mani perfette è il desiderio di tantissime donne, che si impegnano anche per trovare i colori migliori per la manicure. In questi casi è utile avere le idee chiare sui vantaggi dello smalto a lunga durata, un prodotto che può cambiare la vita a chi ama la nail art. Smalto lunga durata: ecco come metterlo Lo smalto a lunga durata è un prodotto che consente di sfoggiare una manicure a pr...
Come applicare lo smalto semipermanente: la guida Smalto semipermanente ultimo trend del momento Ultimo must del momento è riuscire da ottenere tutte le informazioni su come applicare lo smalto semipermanente per avere unghie e mani sempre al top. La cura delle unghie rappresenta un importante biglietto da visita per ogni donna, e ultimamente anche per gli uomini che vogliono risultare perfetti. Purtroppo però non sempre si ha il tempo nec...
Come recuperare uno smalto secco, quali le procedure da seguire Quante volte vi è capitato di riprendere in mano uno smalto che non usavate da tempo e di accorgervi di non poterlo più utilizzare? In questi casi è bene avere le idee chiare sulle tecniche migliori per risolvere il problema e imparare come recuperare uno smalto secco. Recuperare uno smalto secco: l’alcool denaturato Prima di spiegare come recuperare uno smalto secco ricordiamo che la vita utile...
I 5 trucchi per far durare lo smalto Avere delle unghie e delle mani curate è il sogno di tutte, tuttavia come far durare lo smalto più a lungo ed evitare che si sbecchi dopo pochi giorni? Specialmente in alcuni periodi dell'anno, come l'estate, è davvero un'impresa riuscire a mantenere la manicure, soprattutto se si opta per il normale e non per lo smalto semipermanente. Quindi ecco i cinque trucchi per far durare lo smalto ed avere...
Smalto semipermanente durata Cosa c’è da sapere in merito a smalto semipermanente durata? Ecco qualche informazione per chi vuole avere unghie al top su mani e piedi, con la garanzia di un colore perfetto per oltre due settimane. Smalto semipermanente durata: quanti giorni per le mani? Lo smalto semipermanente durata, per quanto riguarda il caso delle mani, corrisponde a circa 20 giorni, questo senza pericolo che il colore ...
Come togliere lo smalto semipermanente: le procedure per rimuoverlo Capire come togliere lo smalto semipermanente è molto facile in quanto basta seguire alcuni semplici passi che possono essere messi in atto anche in maniera autonoma, senza per forza recarsi dall'estetista. Analizziamoli assieme uno per uno. Come togliere lo smalto semipermanente: di cosa abbiamo bisogno? Come togliere lo smalto semipermanente? Per prima cosa è necessario dotarsi del giusto oc...
solvente per smalto semipermanente