Rimozione smalto semipermanente: come toglierlo rapidamente

La rimozione smalto semipermanente è un passaggio nodale per chi ama le unghie curate e ha intenzione di mostrare mani perfette. Le mani sono un biglietto da visita essenziale quando ci rapportiamo con gli altri e anche la rimozione dello smalto può essere decisiva per la loro bellezza.

Smalto semipermanente, come rimuoverlo a casa

Se conoscete già i segreti per applicare lo smalto semipermanente e volete qualche informazione per toglierlo siete nel posto giusto. La rimozione smalto semipermanente può essere effettuata casa o è per forza necessario recarsi dall’estetista? La prima risposta è quella giusta.

Per rimuovere lo smalto semipermanente a casa bastano un po’ di acetone, qualche batuffolo di cotone, della carta stagnola.

Come togliere lo smalto semipermanente nel modo giusto

La rimozione smalto semipermanente necessita dell’uso del solvente – sia esso naturale o meno – che viene utilizzato per ammorbidire la quantità più consistente di colore.

Il processo può essere concretizzato in due modi:

  • Utilizzo di batuffoli di cotone e foglietti di carta stagnola per avvolgere ciascun dito, ovviamente dopo aver imbevuto il cotone nel solvente. Le dita vanno liberate dopo circa 15 minuti.
  • Utilizzo di una ciotola piena di solvente, dove immergere le dita per circa 15 minuti.

Come rimuovere lo smalto semipermanente senza l’aiuto dell’estetista

La rimozione smalto semipermanente senza l’aiuto dell’estetista è il desiderio di tantissime donne che amano cambiare spesso il colore dello smalto e provare nuove cromie anche in base al look del momento.

Non sempre si ha a disposizione il tempo per recarsi dall’estetista e per questo può essere utile seguire le indicazioni che abbiamo dato nel paragrafo precedente e che aiutano la rimozione superficiale dello smalto.

Il passo successivo prevede infatti l’utilizzo del bastoncino spingicuticole in legno d’arancio, essenziale per sfogliare eventuali tracce di colore non eliminate dal solvente.

Come rimuovere lo smalto semipermanente per unghie

Cosa bisogna fare per completare definitivamente la rimozione smalto semipermanente? Se non si è troppo di fretta si possono ‘coccolare’ un po’ le mani. In che modo? Scegliendo una crema idratante e spalmandola con cura dito per dito, insistendo anche sulle unghie e sulla zona delle cuticole.

Un altro consiglio consiste nella scelta di un vero e proprio massaggio, che può rivelarsi una soluzione decisiva per rinforzare le cuticole.

Le soluzioni al proposito sono davvero tante. L’alternativa più classica è il mix olio d’oliva e limone, considerato tra i più efficaci quando si tratta di rinforzare unghie e cuticole.

Un’altra opzione da non trascurare è il burro di karitè, anche se molte appassionate di nail art optano per la calendula oppure per lo scrub a base di sale e olio.

La rimozione dello smalto semipermanente è un processo articolato tanto quanto l’applicazione e non deve essere trascurata se si vogliono mani curate pronte a essere ammirate!

Rimozione smalto semipermanente