Come mettere lo smalto semipermanente a casa

Lo smalto semipermanente a casa è questione di allenamento e di attenzione ai dettagli. Ecco qualche semplice consiglio in merito per le amanti della nail art.

Kit smalto semipermanente a casa: ecco cosa serve

Cosa serve per applicare lo smalto semipermanente a casa? Un bastoncino in legno d’arancio per rimuovere le cuticole, un buffer, una base, un top coat, uno smalto colorato, una boccetta di acetone, una confezione di dischetti di cotone idrofilo, un fornetto UV per l’asciugatura.

L’occorrente non è diverso da quello utilizzato dagli estetisti professionisti e la differenza può essere fatta soprattutto dallo smalto colorato, che deve essere scelto tenendo conto prima di tutto della qualità del brand – mai lasciarsi incantare dai prezzi eccessivamente bassi – e dell’eventuale possibilità di asciugarlo senza fornetto UV.

Smalto gel semipermanente a casa: i primi passi

I primi passi da compiere per mettere lo smalto semipermanente a casa riguardano la preparazione dell’unghia. Si comincia spingendo le cuticole con il bastoncino in legno d’arancio, per poi passare all’utilizzo del buffer, ossia una limetta con tutti i lati ruvidi che viene scelta per seccare la superficie dell’unghia e garantire allo smalto colorato una migliore aderenza.

Un trucco per ottimizzare l’effetto finale consiste nel limare le unghie invece di tagliarle (con le forbicine si rischia che i contorni siano troppo irregolari).

Smalto semipermanente fatto a casa: l’applicazione di base e colore

Dopo questo passaggio preliminare arriva il momento di dedicarsi all’applicazione di base e colore, decisiva per chi vuole imparare a mettere lo smalto semipermanente a casa. Quali sono le regole da seguire in questo caso? Prima di tutto la moderazione, soprattutto quando si stende la base.

Quando invece ci si concentra sul colore è bene scegliere di distribuirlo in due passate, avendo cura che la prima risulti poco intensa. Volete conoscere un accorgimento per evitare errori? Quando applicate il colore partite dal centro dell’unghia per arrivare ai lati.

Smalto semipermanente a casa: come rinforzarlo e rimuoverlo

Se si vuole applicare lo smalto semipermanente a casa è bene avere le idee chiare sulle modalità migliori per rinforzarlo e rimuoverlo. Nel primo caso può essere molto utile immergere le dita in una vaschetta di acqua ghiacciata, dal momento che il freddo velocizza la solidificazione del prodotto.

Come comportarsi invece per quanto riguarda la rimozione? L’alternativa più gettonata è senza dubbio l’acetone, ma esistono anche altre soluzioni casalinghe come la lacca e il deodorante spray. Un’opzione molto apprezzata dalle amiche particolarmente attente alla salute è il ricorso a solventi naturali, come per esempio quelli a base di acqua e aloe.

L’ultimo segreto per migliorare l’effetto finale dello smalto semipermanente consiste nel tenere sempre sotto controllo la condizione delle unghie. In che modo? Rimuovendo spesso le cuticole, incrementando l’assunzione di vitamine (ottime a tal proposito le carote, ma anche la lattuga e gli spinaci) e praticando massaggi rinforzanti a base di sostanze come olio d’oliva e limone (vanno bene anche l’avocado e l’uovo, ricchi di calcio, vitamine e proteine).