Come funziona lo smalto semipermanente: tutte le informazioni su applicazione e rimozione

Per capire come funziona lo smalto semipermanente bisogna partire dal passaggio che precede l’applicazione e concentrarsi sulla preparazione dell’unghia, utile per ottimizzare l’aderenza del colore e per garantire alla manicure una maggior durata.

Come si mette lo smalto semipermanente: prepariamo l’unghia

Come funziona lo smalto semipermanente? Per rispondere a questa domanda, come già ricordato, bisogna concentrarsi prima di tutto sulla preparazione dell’unghia. Si comincia spingendo le cuticole con l’apposito bastoncino in legno d’arancio, per proseguire con il buffer da passare su ogni unghia per seccarla e migliorare l’aderenza dello smalto colorato.

Con un pennellino si può poi rimuovere la polvere in eccesso e procedere con la stesura della base trasparente.

Come funziona lo smalto semipermanente: stendiamo il colore

Il passaggio successivo da analizzare per capire come funziona lo smalto semipermanente è la stesura del colore, che deve essere scelto avendo in mente le cromie degli abiti che s’indossano con maggior frequenza, così da evitare abbinamenti poco efficaci dal punto di vista estetico.

Un trucco professionale per stendere al meglio lo smalto semipermanente consiste nel procedere partendo dai lati verso il centro dell’unghia. Se vi piace l’idea di un effetto finale ancora più raffinato potete lasciare qualche millimetro libero ai lati, che farà sembrare le mani a dir poco affusolate.

Come si applica lo smalto semipermanente: il momento dell’asciugatura

Non si può capire come funziona lo smalto semipermanente se non si sta sufficientemente attente alla polimerizzazione sotto il fornetto UV, che deve avvenire dopo ogni passata di colore (in generale è meglio non farne più di due, onde evitare il rischio che si formino delle bolle d’aria).

Se si esegue la manicure a casa si può scegliere il fornetto tra numerose opzioni, alcune delle quali dotate di dispositivi di ventilazione interna per velocizzare il processo di asciugatura.

Dopo aver fatto asciugare lo smalto si passa il top coat, che deve essere lasciato asciugare alla luce del fornetto UV per 1/2 minuti.

Come si toglie lo smalto semipermanente a casa: ecco qualche consiglio

Concludiamo i nostri suggerimenti su come funziona lo smalto semipermanente con qualche dritta per toglierlo a casa. Cosa bisogna utilizzare? Anche in questo caso il buffer è un prezioso alleato, in quanto aiuta a rimuovere il top coat e la sigillatura del colore. Il passo successivo prevede il ricorso all’acetone, così da sciogliere lo smalto colorato vero e proprio (si possono immergere le unghie in una ciotola piena di solvente e attendere per circa un minuto).

Il processo può essere completato con il passaggio di un batuffolo di cotone su ciascun dito, così da eliminare eventuali residui di colore. In caso di difficoltà è possibile spingerli via con il bastoncino in legno d’arancio per le cuticole. Una volta finita tale operazione è consigliabile idratare a fondo le mani.

Come funziona lo smalto semipermanente